venerdì 28 aprile 2017

Ultimi aggiornamenti su MILA,QUINTINO ed HÉLIA e ORECCHINI con riciclo CIALDE DEL CAFFÈ, PERLE e SWAROVSKI

Prima di tutto qualche notizia su Mila, Quintino ed Hélia.
Mila è stata operata ieri, l'operazione è andata bene e ieri sera sono andata a trovarla in terapia intensiva cardiochirurgica. 



Anche se i bimbi operati sono già 23 e, quindi, non è la prima volta che li vedo in terapia intensiva, mi commuove sempre vederli così indifesi e attaccati a tubi e macchinari.
Mila era appena stata estubata e tra il sonno e la veglia. Quando le accarezzavo la mano si tranquillizzava e chiudeva gli occhi. Faceva tenerezza!
Oggi passerà in reparto e speriamo che si rimetta in fretta. 

Anche Quintino ed Hélia erano in ospedale ieri per le prime visite. Sono stati bravissimi e non si sono mai lamentati.
I cardiochirurgi hanno deciso di operarli la prossima settimana. Continuiamo a pregare per tutti loro.

Ed ora vi mostro degli orecchini un po' diversi, creati con le cialde del caffè.
Ho utilizzato la parte centrale che ho tagliato ad ovale. Nel primo ho aggiunto 3 swarovski tondi  ed  ho lasciato la cialda liscia.






Nel secondo ho movimentato la cialda con le pinze ed ho impreziosito gli orecchini con swarovski a goccia, perle  ed un orecchino con brillantino.




Per il terzo, invece, ho utilizzato cialde color rame che ho lavorato con le pinze  e alle quali ho aggiunto una pallina realizzata con un'altra cialda.



Anche questi orecchini li potete trovare nel Mio shop e nel negozio Miss Hobby.
Le offerte raccolte serviranno per operare un bimbo malato di cuore della Guinea Bissau come Mila, Quintino e Hélia di cui vi ho appena parlato e tutti gli altri bambini operati al cuore che sono tornati guariti e felici dalle loro famiglie grazie anche al vostro aiuto.

A presto Maria

mercoledì 26 aprile 2017

CONTENITORE PORTA LAVORO con riciclo fustino in plastica, jeans e cialde del caffè con TUTORIAL

Sono in una fase di riordino. Di solito la primavera mi porta sempre tanta voglia di ordine e pulizia e anche quest'anno non fa eccezione.

Sto riordinando soprattutto la mia scrivania e sto cercando di creare degli "strumenti" riciclosi per rendere il mio lavoro più facile e pratico.

Dopo la scatola che vi avevo mostrato qui, creata pre tenere in ordine i vari attrezzi ecc., ora è la volta di un contenitore per i miei lavori all'uncinetto e ai ferri.

Non ho creato niente di nuovo. Su pinterest se ne avevo visti di ogni tipo e mi ero sempre riproposta di crearne uno. Non l'ho neppure rifinito in modo particolare essendo fatto per me (quando creo per gli altri non mi sembra mai fatto abbastanza bene ma se è per me...)

Ho semplicemente preso un bidone del detersivo, l'ho ritagliato ed abbellito con del jeans.
Per renderlo più carino ho aggiunto anche due fiori (sempre in jeans) ai quali ho applicato, nel centro, una vecchia pila da una parte ed un tondo di cialda (realizzato come vi avevo spiegato qui) dall'altra.

E ecco il mio porta lavoro pronto all'uso. La parte superiore in jeans (un rettangolo cucito e poi incollato con colla a caldo) l'ho tenuta abbastanza lunga per poter contenere anche gli aghi da calza.






Prima di chiudere il post vi lascio il volantino dell'iniziativa che faremo con Voci e Volto onlus per raccogliere fondi per la campagna di prevenzione delle cardiopatie in Guinea Bissau.
Se riusciremo a fare screening su più bambini possibile ce ne saranno sempre meno che dovranno essere operati. Quindi... avanti tutta!



A presto
Maria

SalvaSalva

lunedì 24 aprile 2017

Sono arrivati HÉLIA, MILA e QUINTINO ... e BATCUTCHAM è tornata a casa!

Ieri è stato tempo di arrivi!
Hèlia, Mila e Quintino sono arrivati a Malpensa dalla Guinea Bissau per essere operati al cuore a Verona. Un po' stanchi e frastornati, si guardavano attorno con curiosità.
Come gli altri bimbi di cui vi ho parlato qui, si fermeranno tre mesi a casa di famiglie che li hanno accolti con tanto affetto e disponibilità, nonostante non conoscano la lingua.



Verso fine settimana faremo le prime visite di controllo in ospedale e, probabilmente, verranno operati la prossima settimana ma ... vi terrò informati sulla loro salute!

Ieri sera, a casa mia, hanno mangiato un bel piatto di riso e si sono lasciati affascinare dai cartoni animati, poi, sono andati a casa delle famiglie affidatarie. Come sempre, il primo giorno, sono di poche parole ma si ambienteranno molto in fretta, come hanno fatto tutti i bimbi prima di loro.

Ma per qualcuno che arriva, qualcuno se ne va.
Batcutcham, di cui vi avevo parlato qui, è tornata in Guinea Bissau assieme ad una ragazza operata in Svizzera il 18 marzo, accompagnata dalla sua famiglia affidataria.



Eccola qui all'aeroporto e a casa con la sua famiglia.
Sta bene, è felice a casa con i suoi, e ha ripreso la scuola. E questo ci rende molto felici!

Salutare i bimbi che sono stati qui tre mesi o più, come Bat, dei quali hai condiviso il dolore e le fatiche, è sempre difficile ed un pezzettino di te parte sempre con loro, ma saperli felici tra i loro cari ti ripaga della fatica del distacco. Forza Bat!!!



A presto 
Maria

venerdì 21 aprile 2017

Come realizzare delle ROSELLINE di CARTA CRESPA (TUTORIAL)

Mi piace molto usare fiorellini, realizzati con i materiali più vari, nelle mie creazioni.
Dopo quelli creati con le cialde, con i vasetti dello yogurt e con i contenitori delle uova (molti altri li potete trovare qui), ho deciso di preparare delle semplici roselline di carta crespa per abbellire le ultime uova preparate per Pasqua.
Ecco come ho fatto.


TUTORIAL:


Procuratevi carta crespa, forbici, colla a stick e un rotolo di carta verde da fiorista (oppure carta crespa verde) (1) Dopo aver ritagliato una striscia alta 6 cm circa, incollatela e piegatela a metà (foto 2) quindi piegatela su se stessa (foto 3).


Ritagliate a forma di petalo (foto 4) , srotolatela (foto 5) e tenete tutta la lunghezza per una rosa abbastanza grande o metà lunghezza per una rosa piccolina. Piegate poi il bordo iniziale (foto 6).


Arrotolate su se stesso il bordo piegato (foto 7) quindi arrotolate attorno i petali (foto 8), in modo da creare una rosellina (foto 9).


Dopo aver arrotolato sul fondo il nastro da fiorista (foto 10), create un rettangolo con tre porzioni di nastro (foto 11) e ritagliatevi i petali come nella foto (foto 12). Incollateli sul fondo del fiore dopo aver accorciato il gambo con le forbici.


Ed ecco la rosellina terminata ed applicata alle uova.


Vi lascio ricordandovi che è tempo di 5x1000 e che, se volete, potete devolverlo alle associazioni di cui faccio parte: KIBINTI onlus e VOCI E VOLTI onlus, e con le quali aiutiamo i Bambini Cardiopatici della Guine Bissau (le loro storie le potete leggere qui).





Domenica prossima arriveranno altri due bambini ed una ragazza da operare:
Hélia, Quintino e Mila!


Grazie ancora per la vostra sensibilità ed il vostro aiuto.

A presto 
Maria

mercoledì 19 aprile 2017

CESTINO di CANNUCCE DI CARTA con UOVA (riciclo gusci) e ovetti di cioccolato con TUTORIAL e ... 5x1000


Anche quest'anno ho partecipato con piacere allo Swap Pasqua organizzato da Fiore  e qui vi avevo mostrato le splendide creazioni che avevo ricevuto da Dani alla quale ero stata abbinata.

Oggi vi mostro cosa ho inviato io. Ero stata abbinata proprio a Fiore e ho deciso di inviarle un cestino di cannucce di carta pieno di uova bianche abbellite da roselline e ovetti di cioccolato.

TUTORIAL:



Per prima cosa ho ricoperto un cestino di cartone, che all'origine aveva contenuto delle mele, con le cannucce di carta come vi avevo mostrato qui) (foto1). Dopo una buona mano di colla vinilica (foto 2) l'ho dipinto di marrone fuori e dentro.

Sul fondo ho incollato della "rete" usata dai fioristi e l'ho tagliuzzata in modo da creare tanti ciuffetti. 



Le uova le ho realizzato come vi avevo mostrato qui, le ho dipinte con due mani di bianco, ho applicato un nastrino di raso rosa e ho incollato con colla a caldo delle roselline di carta crespa (1,2 o 3 roselline). I gambi li ho piegati in modo da creare dei piccoli fiocchi.

Ho aggiunto, infine, degli ovetti di cioccolato.




Vi lascio ricordandovi che è tempo di 5x1000 e che, se volete, potete devolverlo alle associazioni di cui faccio parte: KIBINTI onlus e VOCI E VOLTI onlus, e con le quali aiutiamo i Bambini Cardiopatici della Guine Bissau (le loro storie le potete leggere qui).




Con il vostro aiuto, a Verona ne abbiamo già operato 23. Eccoli:





Grazie ancora per la vostra sensibilità ed il vostro aiuto.

A presto 
Maria


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...