lunedì 16 gennaio 2017

SEGNALIBRO a forma di telefonino per REGALARE SOLDI in modo creativo

Ho la maggior parte di nipoti maschi e fare loro regali non è sempre facile.
Sono anche in quell'età nella quale qualche soldo in più è sempre un regalo gradito.


L'anno scorso, per dare loro una mancetta ma in modo creativo, ho disegnato sul cartoncino un cellulare (ogni messaggio nascosto sull'utilizzo dei soldi era puramente casuale ;-))) e ho creato una taschina sul retro dove ho messo i soldi.

Il telefonino può essere usato come segnalibro, una volta tolti i soldi.



Con questo post partecipo al Linky Party di Dani di Decoriciclo.

Partecipate anche voi. 


giovedì 12 gennaio 2017

Un GRAZIE DI CUORE per la partecipazione a NATALE DA VIVERE 2016!

Un GRAZIE di cuore a tutte le amiche che hanno partecipato numerose
all'iniziativa di Daniela e mia: 

NATALE DA VIVERE!

Avete partecipato numerose e portato tanta creatività 
che si aggiunge a quella delle edizioni precedenti 
per rendere il nostro Natale ancora più bello e ricco di fantasia!


Vogliamo permettere a tutti di consultare velocemente 
tutte e quattro le liste di creazioni.

Ecco i link (cliccate sui banner):





Ma il post non può finire senza mostrarvi anche alcuni numeri relativi alla partecipazione a 
Natale da Vivere 2016 e Cominciamo bene:




Grazie di cuore perché i links che sono stati inseriti sono stati 187! Un bel numero non vi pare? Ancora di più dell'anno scorso.

Questo dato resterà fisso visto che le raccolte sono terminate ma, sicuramente, aumenteranno ancora le visualizzazioni ed i cliks. I dati che vedete, infatti, si fermano al 9 gennaio alle ore 18,00.


Che dire ancora? Aggiungo che queste raccolte le potete visitare quando volete da Dani  e da me cliccando sul banner sulla destra del blog.



Grazie ancora di cuore perché ci avete arricchito di tante idee splendide e creative!

Aggiornamento intervento BATHCUTCHAM:
L'intervento è andato bene.
E' stato molto lungo per il suo cuore sofferente (si è concluso alle 15 circa) ma è andato bene!
Adesso è in terapia intensiva cardiochirurgica.
Un grazie di cuore a tutti voi che avete pregato per lei e l'avete ricordata con affetto!


A presto
Maria

SalvaSalva
SalvaSalva

martedì 10 gennaio 2017

Oggi vi parlo di BATHCUTCHAM, ABDULAI e MARCELO!

Questi ultimi mesi sono stati molto intensi per il nostro Progetto Bambini Cardiopatici.

Una settimana prima  di salutare Odete, che é rimasta in Italia 7 mesi a causa della sua patologia, il 27 ottobre sono giunti all'aeroporto di Malpensa altri tre piccoli malati: BATHCUTCHAM di 12 anni, ABDULAI di 3 anni e mezzo e MARCELO di due anni e mezzo.

Sono arrivati assieme al dottor Fernando ed a Francisca (una delle responsabili del progetto in loco) che si è fermata alcuni giorni in casa nostra.



Come sempre sono arrivati stanchi dal viaggio, infreddoliti e un po' raffreddati (l'aria condizionata degli aerei è micidiale!)

Avevamo fatto arrivare anche un'autoambulanza per ogni evenienza. Il medico a bordo li ha visitati  ma non ha ritenuto necessario accompagnarli con l'autoambulanza fino a Verona viste le loro condizioni abbastanza buone.

Noi eravamo preoccupati soprattutto per Bathcutcham che, in Guinea Bissau, si era gonfiata notevolmente a causa dei liquidi per il malfunzionamento delle valvole cardiache. Per fortuna, 15 giorni in casa famiglia curata e sotto farmaci avevano migliorato molto le sue condizioni.

Caricati tutti sul pulmino siamo partiti per Verona.
A casa avevo già preparato del riso con della carne per rifocillare i bimbi prima di affidarli alle cure delle famiglie affidatarie che nel frattempo erano arrivate e si intrattenevano con le mie figlie.

Abdulai e Marcelo hanno dimostrato subito una grande vivacità e hanno parlottato e giocato durante tutto il viaggio mentre Bathcutcham, essendo più grande, si guardava attorno e rispondeva alle nostre domande sulla sua famiglia.

Che bello vedere l'emozione delle famiglie affidatarie quando hanno incontrato i piccoli. 
Dopo averli fatti mangiare li hanno portati nelle loro case per una notte di sonno prima delle visite in ospedale, previste per il giorno dopo.

Marcelo, invece, è rimasto a dormire da noi quella notte. La famiglia affidatari abita verso Mantova quindi non valeva la pena di fargli fare il viaggio fin là per dover tornare già la mattina seguente.




Calmata la fame (un piattone di riso che neppure le mie figlie hanno mai mangiato) e sciacquato velocemente l'ho preparato per la notte e sistemato nel lettino da campeggio in fondo al nostro letto.
Che tenerezza! Si è addormentato subito e ha dormito tutta notte anche se in modo molto agitato.

Purtroppo si è svegliato con una forte congiuntivite che è stata curata nei giorni seguenti con dell'antibiotico.



Colazione abbondante (è proprio un gran mangione) e via all'ospedale per le prime visite.
Quando andiamo in ospedale sappiamo sempre quando arriviamo ma mai quando torniamo a casa. Tra visite pediatriche, esami del sangue, visite oculistiche  e visite cardiologiche  abbiamo finito alle 17.



I giorni successivi i bimbi si sono riposati presso le loro famiglie affidatarie in attesa dell'operazione.

Marcelo è stato operato il 2 novembre, è andato tutto bene per fortuna e dopo una settimana era già tornato a casa. Non ho mai visto un bambino reagire così bene. Due giorni dopo l'operazione si rotolava già nel lettino e ci guardava in cagnesco perché lo avevamo fatto operare. Guardate che sguardo!



Gli è passata velocemente, però, e i giorni seguenti era tutto un sorriso e una chiacchiera.
Abdulai, invece è stato operato il giorno seguente e, anche lui, si è rimesso in fretta.





Purtroppo, però, abbiamo visto che Abdulai ha anche un problema all'occhio sinistro (per il quale, purtroppo, non si può fare niente) e di media sordità. Fatte anche le prove audiometriche abbiamo deciso di mettergli degli apparecchi acustici e lo stiamo facendo proprio in questi giorni. Nel frattempo ha subito anche un altro piccolo intervento con degenza di un giorno (non si è fatto mancare proprio niente!)



La degenza di Bathcutcham invece è stata più complicata. Hanno dovuto ricoverarla subito per alcuni giorni perché aveva la bronchite. Quando si è rimessa è stata operata il 7 novembre e sembrava andasse tutto bene. Alla prima visita di controllo dopo una settimana dall'operazione, le pediatre ci guardano un po' imbarazzate ci dicono che forse ha una brutta infezione nel sangue: la stessa che aveva avuto Ronei
Io e Raffaella, sua mamma affidataria, siamo sbiancate e abbiamo trattenuto le lacrime solo per non impressionare Bathcutcham.

Giorni di angoscia, un nuovo ricovero, ore e ore in ospedale ma, dopo alcuni giorni nuovi esami del sangue che hanno dato risposta negativa. Nessuna grave infezione per fortuna.
Bathcucham è tornata a casa e ha cominciato a rimettersi in frettissima. E' cresciuta di peso e si è allungata.

Tutto bene fino all'ultima visita prima di Natale. Non ce lo aspettavamo proprio ma, facendo l'ecocardio, la cardiologa si è accorta che, sistemando due valvole e assestandosi il cuore, la terza valvola non teneva più. 
Potete immaginare lo sconforto di Bathcutchan alla notizia. Abbiamo lasciato passare le vacanze e propio ieri  abbiamo fatto un'ulteriore visita che ci ha confermato la necessità di un'altra operazione.

Oggi Bathcutcham verrà ricoverata e domani mattina verrà operata nuovamente al cuore.
Vi chiedo una preghiera speciale per lei.
Vi terrò informati sull'esito della operazione.

Grazie alle famiglie che si rendono disponibili a tenere questi bambini per alcuni mesi, grazie a tutti i volontari che hanno permesso e permettono tutto questo (senza di loro nulla sarebbe possibile) e grazie a voi che pregate e siete vicini a questi piccoli (ad oggi 23 operati).



Aggiornamento 11 gennaio:
L'intervento di Bathcutcham è andato bene.
E' stato molto lungo per il suo cuore sofferente (si è concluso alle 15 circa) ma è andato bene!
Adesso è in terapia intensiva cardiochirurgica.
Un grazie di cuore a tutti voi che avete pregato per lei e l'avete ricordata con affetto!

A presto
Maria

domenica 8 gennaio 2017

PORTA CANDELA realizzati con intreccio CANNUCCE DI CARTA e riciclo CIALDE DEL CAFFÈ con TUTORIAL

L'anno scorso è terminato con un attacco potente di "cannuccite acuta" ("malattia" che ogni
tanto si fa vedere).

Prima ho realizzato dei porta candela/centrotavola abbastanza grandi (il terzo ve lo mostrerò a breve) poi è stata la volta di piccoli porta candela che sono nati da un esperimento.

Ho iniziato sempre creando una stella come per il porta candela grande ma ho proseguito in maniera opposta e ... ne è uscito qualcosa di completamente diverso ma che mi soddisfa.

TUTORIAL:


Per prima cosa ho realizzato una stella con una cannuccia di carta (5 bracci da 10 cm) come vi avevo mostrato qui. L'ho incollata e lasciata asciugare usando delle mollette per tenerla unita (foto 1). Quindi ho incollato una cannuccia come nella foto (foto 2) e ho cominciato a piegarla attorno alle punte della stella ma cominciando dall'interno (foto 3).



Ho continuato a girare da una punta all'altra (foto 4) fino ad arrivare alla punta della stella (foto 5). Una volta fatto l'ultimo giro in punta, ho continuato a girare le cannucce sovrapponendole varie volte sull'ultimo giro (foto 6).



Ho chiuso il lavoro sul retro nascondendo la fine dell'ultima cannuccia sotto le altre e incollandola ed ecco come si presentava il lavoro (foto 7). Ho dato una mano di colore acrilico quindi ho messo una cialda del caffè schiacciata per coprire la lavorazione nel centro e per creare una base per la candela (foto 8) e sul retro sempre per bellezza (foto 9).

Un porta candela l'ho dipinto di rosso con delle spennellate argento. Per l'altro, invece, ho usato l'argento con spennellate rosse. Le candele, naturalmente erano rossa e argento.

Non poteva mancare un bel fiocchetto e un piccolo bottone di cialda (qui il tutorial).
Io li vedrei bene anche come segnaposto per un giorno di festa con l'aggiunta di una targhetta con il nome. Voi che ne dite?










Ormai il Natale è passato ma se qualcuno volesse portarsi avanti per l'anno prossimo può trovare questi porta candela/centrotavola nel Mio shop e nel negozio MissHobby.


Le offerte raccolte serviranno per operare un bimbo malato di cuore della Guinea Bissau come MARCELO, ABDULAI e BATHCUTCHAM (a breve le loro storie) e tutti gli altri bambini operati al cuore che sono tornati guariti e felici dalle loro famiglie grazie anche al vostro aiuto.
Anche questo post partecipa a:



Avete tempo fino a questa sera per portare le vostre creazioni.

Partecipate anche all'indovinello di Sabrina di Sciccoserie! Per iniziare l'anno con un pochino di leggerezza !

A presto
Maria

SalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalva

lunedì 2 gennaio 2017

TORTA SALATA ricotta, prosciutto cotto e origano a forma di STELLA

Avevo visto questo tipo di  torta salata qualche tempo fa nel web e mi aveva colpito subito! Ho deciso di provare a realizzarla per l'antipasto dell'ultimo dell'anno.



E' stata gradita!

Ho preso un disco di pasta sfoglia rotonda e l'ho farcito con della ricotta, delle fette di prosciutto cotto ed una generosa spolverata di origano!
Ho sovrapposto, quindi, un altro disco di pasta sfoglia rotonda, messo nel centro un bicchiere capovolto e tagliato 16 raggi.

Ho arrotolato ogni raggio tre volte su sé stesso. Un raggio verso destra e uno verso sinistra alternati.
Ho unito le punte di ogni coppia, tolto il bicchiere, spennellato con dell'uovo sbattuto e infornato. Io l'ho cotta al microonde con funzione crisp per 10 minuti.

Ed eccola appena sfornata.




Fa la sua figura vero? Ed era anche buona! 


Questo post partecipa a:



Avete tempo fino all'8 gennaio per portare le vostre creazioni.

A presto
Maria

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...